Come avviene in concreto l'esecuzione di uno sfratto

Ago 31 2017

Molti clienti ci chiedono come avviene in concreto l’esecuzione di uno sfratto.

Dopo diversi accessi dell’ufficiale giudiziario, il giorno in cui l’ufficiale giudiziario comunica all’avvocato che assiste il proprietario dell’immobile oggetto dello sfratto che si procederà ad eseguire lo sfratto con l’ausilio della forza pubblica, il proprietario si deve presentare presso l’immobile in questione all’orario stabilito insieme a un fabbro di fiducia (che dovrà contattare a proprie spese) che si dovrà occupare del cambio della serratura dell’immobile oggetto di sfratto.

Talvolta, nel caso in cui lo sfratto riguardi un immobile ad uso abitativo e la persona sfrattata abbia dei problemi di salute, è necessario che il proprietario si presenti anche con un medico (da contattare sempre a proprie spese), il quale potrà accertare se la persona è in grado o meno di lasciare l’immobile. In quest’ultimo caso, l’ufficiale giudiziario sarà tenuto a disporre un ulteriore rinvio.

Se la persona sfrattata è presente, l’ufficiale giudiziario con l’aiuto della forza pubblica, invita la persona sfrattata a lasciare l’immobile ed asportare i propri effetti personali e le proprie cose. Il fabbro cambia la serratura in modo che la persona sfrattata non possa più rientrare nell’immobile senza l’autorizzazione del proprietario. Contestualmente l’ufficiale giudiziario immette il proprietario nel possesso dell’immobile e redige un verbale di rilascio, eventualmente assegnando un termine ultimo per il ritiro degli oggetti rimasti, ritiro che dovrà essere concordato con il proprietario e consegna alla persona sfrattata il foglio di “sfratto eseguito”, documento fondamentale per salire di posizione nelle graduatorie per l’assegnazione delle case popolari.

Lo sfratto può avvenire anche se la persona sfrattata non è presente. In tal caso il fabbro apre la porta, cambia la serratura e l’ufficiale giudiziario provvede a immettere nel possesso dell’immobile il proprietario e a redigere il verbale di rilascio, lasciando un avviso alla persona sfrattata fuori dalla porta con l’assegnazione di un termine per il ritiro delle proprie cose, previo appuntamento con il proprietario.

Letto 1330 volte
Vota questo articolo
(0 voti)

Studio Legale Comelli e Crivellaro

Viale San Michele del Carso 13
20144 Milano

Telefono:
 02 49524655
 02 49524656

Cellulare:
 339 6191446

Per info:
 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lo studio si trova in Viale San Michele del Carso 13, raggiungibile con la metropolitana MM1 fermata Conciliazione e con i seguenti mezzi di superficie: 16, 50, 58, 67, 10.

I parcheggi più vicini si trovano in Via Giovanni Cantoni e Via Giovanni Battista Soresina 14